Festa della Segavecchia

Festa della Segavecchia

03 - 06 Marzo 2016

Cotignola, Emilia-Romagna

Come racconta la leggenda, Francesco Sforza signore di Cotignola, venne  colpito da una malattia assai grave contro la quale risultavano vane tutte le cure. Ma un giorno si scoprì che l’origine del male era da addebitarsi al malocchio, architettato ai suoi danni da una vecchia in odore di stregoneria in quel di Cotignola, paese nel quale si era recato a visitare la madre Lucia che qui soggiornava.  Il malocchio era stato fatto con un procedimento molto in uso a quei tempi: trafiggere un fantoccio raffigurante Francesco con spilloni immersi in una pozione velenosa e mortale.
Scoperto il fattaccio, la vecchia fu condotta dagli armigeri davanti al capitano del paese, il quale, provata la colpa, condannò la rea alla pena capitale. Poi, per festeggiare lo scampato pericolo, ordinò celebrazioni giubilanti nei territori da lui governati in tempo di quaresima.
Oggi a Cotignola  questa festa, denominata per l’appunto “Segavecchia”, ripete in forma allegorica quell’esecuzione capitale, assumendo però un significato diverso, la vecchia infatti rappresenta le brutture stagionali o di altre natura che ci affliggono; la sua morte coincide quindi con una sorta di liberazione e di speranza in un domani migliore. La Signora colpevole del malefizio viene accompagnata al rogo dal corteo storico composto dai rioni cotignolesi e dalla sfilata allegorica che rappresenta la festa.
Quattro giornate di eventi musicali e culturali animano il paese e un ricco menù integralmente prodotto in casa dai nostri volontari, vi aspetta allo stand gastronomico allestito in piazza, con primi piatti fatti a mano e con nostre ricette registrate dall’Accademia Italiana della Cucina, come  i nostri cappelletti al ragù, vasta scelta di carni come, castrato, stufato di pecora con patate, accompagnate da, bruschette, piadina e pizza fritta, il tutto annaffiato da ottimo vino locale. Gli ingredienti ci sono tutti, venite voi stessi a giudicare e buon appetito! Lo stand è chiuso e riscaldato.
Il giovedì è la giornata dedicata ai bambini della scuola elementare e materna e la domenica vi aspettiamo al consueto Rogo della Vecchia.